Buon otto marzo!

Buon otto marzo a tutte le italiane che tra un Fertility day e assenza di asili nido e la mancanza della cultura dell’home working, continuano a scegliere tra lavoro e famiglia.

Buon otto marzo a noi siciliane che per aiutarci ad arrivare nei Consigli dei nostri comuni, qualcuno ha pensato bene di fare una legge regionale con la doppia preferenza di genere, non considerando il fatto che se le donne non occupano poltrone è forse solo perchè la maggioranza di esse sceglie di non fare politica, e non è perchè non sono state votate

Buon otto marzo, come giorno per non dimenticare i sacrifici che sono stati compiuti nel passato per la nostra emancipazione. 

Buon otto marzo per non trasformare la nostra emancipazione in omologazione con i prototipi maschili, ma piuttosto nello strumento per valorizzare e trasformare in punti di forza, quello che distingue dagli uomini: dalla famiglia al lavoro,dalla politica alla religione, dai giochi alla scuola.



Nasce una nuova community: Visual Studio Tips & Tricks

Il 20 febbraio 2017 è un’altra data che sarà obbligatorio ricordare nei prossimi anni, visto che oggi nasce ufficialmente la nuova community Visual Studio Tisp & Tricks.

L'idea alla base di questa nuova avventura è quella di dar vita ad una una community distribuita nel territorio, per il momento italiano, e che ha abbia come tema centrale Visual Studio e tutto l’ecosistema che ruota attorno ad esso, dallo sviluppo Cross Plataform, al Cloud, al DevOps.

Il Team di questa nuova community è composto da Alessandro Del Sole, Renato Marzaro, Laura La Manna, Antonio Catucci e Igor Damiani. Persone abbastanza note nel mondo delle community Microsoft per la loro grande passione non solo per la tecnologia ma anche per la condivisione della conoscenza e legate tra loro da amicizie durature.

Il sito Web di questa community offre, gratuitamente, un’Area Articoli che già contiene numerosi articoli tecnici pronti per voi su argomenti come Xamarin, UWP e C# 7. C’è inoltre un’area dedicata a forum tecnici organizzati per area tematica nei quali potremo porre i nostri quesiti e rispondere a domande degli altri utenti.

In cantiere ci sono anche diversi eventi che erogheremo in diverse città italiane in modo da poterci incontrare di persona e di condividere più da vicino la nostra passione con tutti voi.

Abbiamo inoltre creato un canale di community su YouTube dove pubblicheremo i nostri video tecnici e dove già ne trovate alcuni dedicati a Xamrin, Roslyn e Visual Studio for Mac.

Non potevamo inoltre mancare sui più diffusi social network, pertanto abbiamo creato:

La community è appena nata, quindi sicuramente ci saranno molti aggiustamenti da fare col tempo ma saremo felici se vorrete darci i vostri feedback.

Per me essere tra i fondatori di una community non è assolutamente una novità, visto che insieme ad altri amici e colleghi siciliani, circa 8 anni fa abbiamo dato vita ad OrangeDotNet, che negli anni ha saputo far conoscere quanto fermento, quanta voglia di conoscenza e condivisione esiste nella nostra Sicilia,  e di sicuro continuerà a farlo anche nel prossimi anni.

La nuova avventura con Visual Studio Tips & Tricks ha invece uno spirito che va al di là dei confini della mia regione e mi offre l'opportunità di collaborare con persone di cui ho una grande stima, ed è per me quindi un onore esserne stata coinvolta.



http://visualstudiotips.net/

Le condizioni si creano in famiglia

Tanti anni fa, In uno dei miei quotidiani viaggi sull'autobus, mentre stavo preparando la mia tesi di laurea, raccontai ad una conoscente, abbastanza avanti negli anni, quali fossero i progetti per il mio futuro e lei mi disse: attenta, non pensare che quando avrai una famiglia potrai avere un lavoro che ti impegna tutto il giorno fuori casa. Se deciderai di sposarti avrai dei figli, una casa e un marito da accudire e non potrai certo uscire la mattina alle 7 e tornare la sera tutti i giorni.

In quel momento pensai che quella signora era veramente retrograda e maschilista. Ma come,  ho faticato tanto per raggiungere il titolo di ingegnere e questa mi dice di ripiegare, su lavori  più adatti alle donne che intendono anche crearsi una famiglia?

Scesi dall'autobus. Tornai a casa e dimenticai presto quella conversazione. 

Oggi, leggendo questo articolo, le parole di quella signora stanno risuonando nella mia mente,  ed  ho anche  pensato che sarebbe stato meglio seguire il suo consiglio. Per un attimo mi  sono identificata nella donna dell'articolo, piena di sensi di colpa, verso i suoi figli, il suo lavoro, il marito. Ma i miei sensi di colpa sono durati veramente poco, perchè  la colpa non è di noi donne che non ripieghiamo su scelte più comode e facili, ma di tutte quelle realtà, politiche, sociali, cattoliche, aziendali che parlano di "pari opportunità" e quote rose, ma nei fatti non creano le condizioni per conciliare aspirazioni professionali e famiglia.

Io non ho sensi di colpa grazie ad una madre che mi ha saputo supportare nel corso dei miei studi, e ad un marito che oggi crea quotidianamente, nella nostra famiglia, le condizioni affinchè io non debba mai rinunciare alle mie aspirazioni. Sono stata la protagonista di un cambiamento culturale che ha coinvolto la mia famiglia!

La mia speranza  e il mio augurio per tutte quelle donne che stanno per iniziare un percorso di studi, o lavorativo è che possano anche loro essere le protagoniste di un cambiamento culturale all'interno della loro famiglia, visto che le istituzioni, e la società italiana in generale, sono ferme alle idee della signora incontrata sull'autobus.

In questo modo, sempre più nuovi piccoli fiori potranno crescere anche su un manto di spine.